Biografia e contributi di Isaac Newton

2802
Robert Johnston

Isaac Newton (1642-1727) è stato un fisico e matematico inglese, autore del libro Principio, considerato il lavoro scientifico più importante della storia. I suoi contributi hanno portato il mondo a una rivoluzione scientifica come poche nella storia dell'umanità. 

Il suo contributo più riconosciuto è la sua legge di gravitazione universale, con la quale ha spiegato il moto dei pianeti. Tuttavia, i suoi studi furono numerosi. Tra questi, nel 1668 ha inventato un telescopio (telescopio newtoniano), che gli ha permesso di studiare lo spazio esterno e dimostrare la sua teoria del colore e della luce..

Ha studiato il motivo per cui gli aerei orbitano ed è giunto alla conclusione che un oggetto non si muove a meno che non gli venga applicata la forza. Ciò lo ha portato a rispondere a diverse domande scientifiche, ad esempio perché la Luna orbita attorno alla Terra.

Queste scoperte e molte altre hanno costituito la base della fisica come la conosciamo oggi. Tuttavia, nella cultura popolare, Newton è forse meglio conosciuto per il famoso aneddoto della mela che cadde da un albero e gli rivelò la Teoria della Gravità..

Gli storici dicono che probabilmente c'è del vero in quel mito, ma Newton aveva già dedicato innumerevoli ore di studio e riflessione prima di quel presunto incidente di frutta all'Università di Cambridge..

Indice articolo

  • 1 Biografia
    • 1.1 Nascita
    • 1.2 Primi anni di vita
    • 1.3 Primi contributi
    • 1.4 Ritorno a Cambridge
    • 1.5 Morte
  • 2 Principali contributi
    • 2.1 È stato il secondo scienziato ad essere un gentiluomo
    • 2.2 La sua ispirazione per altri grandi scienziati
  • 3 Riferimenti

Biografia

Nascita

Isaac Newton è nato il 25 dicembre 1642 - secondo il calendario giuliano - a Woolsthorpe, Lincolnshire, in Inghilterra. È nato prematuramente e sua madre Hannah Ayscough ha detto che avrebbe potuto entrare in una tazza. Suo padre, anche lui chiamato Isaac Newton, era morto tre mesi prima.

Quando Isaac Jr. aveva tre anni, sua madre si risposò e andò a vivere con il suo nuovo marito, Barnabas Smith, lasciandolo alle cure della nonna materna, Margery Ayscough..

Il giovane Isacco rigettò il suo patrigno e mantenne una certa inimicizia verso sua madre per averlo sposato, come rivela questa frase in un elenco di peccati commessi fino all'età di 19 anni: "Minacciare mio padre e mia madre con il bruciarli con la casa".

Primi anni di vita

Dall'età di dodici a diciassette anni, Newton fu educato alla King's School, Grantham, che insegnava latino e greco, dove probabilmente imparò la matematica..

Fu portato fuori dalla scuola e nell'ottobre 1659 fu portato a Woolsthorpe-by-Colsterworth, un villaggio dove la sua seconda madre vedova cercò di convincerlo a diventare un contadino, ma Newton odiava l'agricoltura..

Henry Stokes, un insegnante alla King's School, convinse sua madre a mandarlo a scuola in modo che potesse completare la sua educazione.

Nel giugno 1661, fu ammesso al Trinity College di Cambridge, su raccomandazione di suo zio, il reverendo William Ayscough, che aveva studiato lì. Quando Newton arrivò a Cambridge, la rivoluzione scientifica del XVII secolo era già in pieno vigore.

La visione eliocentrica dell'universo, teorizzata dagli astronomi Nicolas Copernicus e Johannes Kepler, e successivamente perfezionata da Galileo Galilei, era ben nota nella maggior parte dei circoli accademici europei..

A quel tempo, gli insegnamenti erano basati su Aristotele, che Newton integrò con filosofi moderni come Cartesio e astronomi come Galileo e Thomas Street, attraverso i quali apprese l'opera di Keplero.

Durante i suoi primi tre anni a Cambridge, a Newton fu insegnato il curriculum standard, ma fu affascinato dalla scienza più avanzata. Trascorreva tutto il suo tempo libero leggendo filosofi moderni.

Poco dopo aver conseguito la laurea di primo livello nell'agosto del 1665, l'università chiuse per due anni per precauzione contro la grande peste di Londra.

Primi contributi

Nei successivi 18 mesi ha dato una serie di contributi originali alla scienza. In matematica, Newton concepì il suo "metodo dei flussi" (calcolo infinitesimale), pose le basi per la sua teoria della luce e del colore e raggiunse una comprensione significativa del problema del moto planetario, idee che alla fine portarono alla pubblicazione dei suoi Principia. (1687) .

Sebbene non fosse stato uno studente illustre a Cambridge, gli studi privati ​​di Newton a casa per i due anni successivi hanno coinvolto lo sviluppo delle sue teorie sul calcolo, l'ottica e la legge di gravitazione..

Principio 

Il 5 luglio 1687 fu pubblicata per la prima volta la "Philosophiæ Naturalis Principia Mathematica" di Newton, nota semplicemente come Principio, libro fondamentale per l'emergere della Rivoluzione Industriale.

È considerata non solo l'opera più importante di Newton, ma anche l'opera fondamentale per tutta la scienza moderna..

Ritorno a Cambridge

Nell'aprile 1667, Newton tornò a Cambridge e fu eletto compagno dal Trinity College. Nel 1669, il suo mentore, Isaac Barrow, si dimise dalla sua cattedra lucasiana di matematica, posizione in cui Newton gli sarebbe succeduto fino al 1696..

Questa nomina offrì a Newton l'opportunità di organizzare i risultati delle sue indagini ottiche e nel 1672, poco dopo la sua inclusione nella Royal Society, pubblicò il suo primo documento pubblico, uno studio brillante ma non per questo meno controverso sulla natura del colore..

Morte

A 80 anni, Newton aveva problemi di digestione e ha dovuto cambiare drasticamente la sua dieta.

Nel marzo 1727, provò un forte dolore all'addome e svenne, senza mai riprendere conoscenza. Morì il giorno successivo, 31 marzo 1727, all'età di 84 anni..

Principali contributi

Ritratto di Newton, Sir Godfrey Kneller (1689).

Le tre leggi di Newton che hanno gettato le basi della meccanica classica

Newton ha sviluppato le tre leggi del moto: inerzia, F = ma e azione-reazione.

Tutti e tre compaiono nel suo lavoro Principio e descrivono la relazione tra un corpo e le forze che agiscono su di esso. Cioè, quando queste forze agiscono su un corpo e producono movimento.

Queste leggi hanno posto le basi per la meccanica classica e sono fondamentali per lo studio sia in matematica che in fisica..

Legge di gravitazione universale

Sopra Principio, Newton ha anche formulato la legge della gravitazione universale. Questa legge afferma che ogni massa attrae altre masse mediante una cosiddetta "gravità" ed è formulata come segue:

Immagine recuperata da Agre Junta de Andalucía

Newton ha usato questa formula per spiegare le traiettorie di comete, maree, equinozi e altri fenomeni astrofisici..

Inoltre ha eliminato completamente il modello eliocentrico che riteneva che il sole fosse al centro dell'Universo..

La legge della gravitazione universale di Newton è stata sostituita dalla teoria della relatività generale di Einstein, ma è ancora usata come un'eccellente approssimazione degli effetti della gravità..

Isaac Newton ha inventato il calcolo

Newton creò anche il calcolo come risposta alle carenze della matematica del tempo in cui visse..

All'inizio lo chiamò flussi e gli servì per risolvere problemi complessi su orbite, curve e altri problemi che la geometria classica non poteva risolvere..

Il calcolo è estremamente utile per questo, poiché produce informazioni su cose che cambiano continuamente, ad esempio la velocità di un oggetto che cade..

La vera forma della Terra

Il fisico inglese ha anche previsto che la Terra avesse la forma di una sfera che ha subito l'appiattimento ai poli. Questa teoria, come è noto, è stata successivamente verificata da diverse misurazioni.

¿Perché è così importante? Perché Newton ha scoperto che la Terra non è perfettamente rotonda. Per questo motivo, la distanza dal centro della Terra al livello del mare è di circa 21 chilometri maggiore all'equatore che ai poli..

Ha inventato il primo telescopio riflettente

Nel 1668, Newton inventò il primo telescopio riflettente, che ora è conosciuto come il telescopio newtoniano..

Fino ad allora, i telescopi erano grandi e ingombranti, ma il genio di Newton usava specchi invece di lenti. Gli specchi sono strumenti più potenti e dieci volte più piccoli di un telescopio tradizionale.

Ha rivoluzionato il mondo dell'ottica

Sir Isaac Newton aveva sulla sua scrivania una pila di carte su cui scriveva calcoli che gli avevano richiesto venti. Una notte lasciò la stanza per qualche minuto, e quando tornò scoprì che il suo cucciolo “Diamond” aveva spento una candela e dato fuoco alle carte, di cui non era rimasto altro che un mucchio di cenere. Fu allora che esclamò: "Oh Diamante, Diamante, sai poco che male hai fatto!" Storia pubblicata nella vita di Sir Isaac Newton da David Brewster (1833)

Alla fine del 1660 e all'inizio del 1670, Newton stabilì che la luce bianca era una miscela di colori che possono essere separati con un prisma..

Ha anche dimostrato che lo spettro multicolore prodotto da un prisma può essere ricomposto in luce bianca con una lente e un secondo prisma..

In questo modo Newton ha saputo contrastare chi credeva che la luce fosse semplice ed omogenea. Da allora in poi, l'eterogeneità della luce divenne la base dell'ottica fisica..

Altri ottimi contributi

Oltre a tutto ciò, Newton formulò anche una legge empirica sul raffreddamento, studiò la velocità del suono e introdusse la nozione di "fluido newtoniano".

Oltre al suo lavoro in matematica, ottica e fisica, trascorse anche una notevole quantità di tempo a studiare la cronologia biblica e l'alchimia, ma la maggior parte del suo lavoro in queste aree rimase inedito fino a molto tempo dopo la sua morte..

È stato il secondo scienziato ad essere un gentiluomo

Nel 1696 Newton fu nominato Custode della Zecca Reale. Ha anche servito come membro del Parlamento d'Inghilterra nel 1689-1690 e nel 1701-1702. Fu eletto presidente della Royal Society nel 1703.

Come capo della Royal Mint, Newton usò il suo potere per punire i falsari e nel 1717, con il "Queen Anne Act", spostò la sterlina dal silver standard al gold standard..

Nel 1705 Newton fu nominato cavaliere dalla regina Anna, quindi Sir Isaac Newton fu il secondo scienziato ad essere nominato cavaliere, dopo Sir Francis Bacon..

La sua ispirazione per altri grandi scienziati

Newton era uno scienziato che ha dedicato la sua vita alla scienza e alla ricerca. Le sue scoperte e i suoi sforzi furono ammirati da altri grandi scienziati successivi, come Albert Einstein e Stephen Hawking..

Galileo Galilei, Newton, Einstein e Hawking sono forse i tre scienziati più eccezionali della storia e l'ispirazione di molti altri non così noti ma che hanno lottato e dato la vita per la scienza.

Riferimenti

  1. Quali sono i contributi di Isaac Newton? (s.f.). Riferimento. Recupero da reference.com.
  2. Steve Connor. Il nucleo di verità dietro la mela di Sir Isaac Newton (2010). L'indipendente. independent.co.uk.
  3. Quali sono i contributi di Isaac Newton? (s.f.). Riferimento. Recupero da reference.com.
  4. Anirudh. 10 PRINCIPALI REALIZZAZIONI DI ISAAC NEWTON (2016). learnodo-newtonic.com.
  5. Matt Williams. COSA HA SCOPERTO ISAAC NEWTON? (2016). Universe Today. universetoday.com.
  6. Jacob Silverman. Come ha lavorato Isaac Newton (s.f.) science.howstuffworks.com.
  7. Charles Q. Choi. Strano ma vero: la Terra non è rotonda (2007). Scientific American. scientificamerican.com.
  8. Matt Williams. COSA HA SCOPERTO ISAAC NEWTON? (2016). Universe Today. universetoday.com.
  9. Anirudh. 10 PRINCIPALI REALIZZAZIONI DI ISAAC NEWTON (2016). learnodo-newtonic.com.

Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.