Verso maggiore nelle caratteristiche ed esempi della poesia

1354
Abraham McLaughlin

È chiamato verso principale in poesia alla riga di testo che contiene almeno nove sillabe metriche e fa parte di una strofa poetica. Questo può essere rimato, il che lo fa accoppiare con altri versi all'interno della poesia; oppure può anche essere sciolto, cosa comune in prosa.

Il verso principale della poesia è stato ampiamente reso popolare grazie al sonetto, una composizione poetica di grande riconoscimento mondiale che richiede versi endecasillabi per l'elaborazione delle sue strofe. Questa forma poetica è composta da due quartetti e due terzine di arte maggiore.

Verso maggiore in poesia, esempi. Fonte: lifeder.com.

Tra le forme poetiche più utilizzate che applicano l'uso di versi di arte maggiore, il distico, la terzina, il quartetto, il serventesio, il quintetto, la sesta rima, l'ottava regale, il già citato sonetto, il romanzo eroico e la musa stanno fuori. Tutti questi possessori di rime consonantiche. Tuttavia, i principali versi artistici sono popolari anche in prosa..

Indice articolo

  • 1 Caratteristiche del verso maggiore
    • 1.1 Un minimo di 9 sillabe
    • 1.2 I loro nomi secondo le sillabe che hanno
    • 1.3 I suoi usi
    • 1.4 I temi
    • 1.5 Sono condizionati dalla legge dell'accento finale
  • 2 esempi
    • 2.1 - Di 9 sillabe (eneasillabe)
    • 2.2 - 10 sillabe (decasillabi)
    • 2.3 - Di 11 sillabe (endecasillabi)
    • 2.4 - 12 sillabe (dodici sillabe)
    • 2.5 - Di 13 sillabe (tridecasillabi)
    • 2.6 - Di 14 sillabe (Alexandrinos)
    • 2.7 - 15 sillabe (pentadecasillabi)
  • 3 Riferimenti

Principali caratteristiche dei versi

I versi dell'arte maggiore in poesia hanno le seguenti caratteristiche:

Un minimo di 9 sillabe

La lunghezza dei versi d'arte maggiori deve superare le 9 sillabe. Se non lo fai, questi sono considerati arte minore..

I loro nomi secondo le sillabe che hanno

Il più comune è che raggiungono 15 sillabe, e i nomi dati dalla loro lunghezza sono i seguenti: 9 sillabe sono eneasillabe; di 10 sillabe sono decasillabi; di 11 sillabe sono endecasillabi; 12 sillabe sono dodici sillabe; di 13 sillabe sono tridecasillabi; di 14 sillabe sono alejandrinos; 15 sillabe sono pentadecasillabi.

I suoi usi

I versi delle arti maggiori sono usati sia dai poeti eruditi che da quelli popolari. Non sono esclusive di antiche forme poetiche, come terzine, quartetti o sonetti. In effetti, questi versi richiedono molta forza nella prosa, dove godono di grande popolarità.

Gli argomenti

I versi delle principali arti della poesia sono spesso usati per affrontare temi riflessivi e profondi. Ciò è dovuto alle agevolazioni fornite dalla sua estensione per quanto riguarda l'applicazione di figure retoriche e altre risorse letterarie..

Sono condizionati dalla legge dell'accento finale

Come per i versi di arte minore, la lunghezza dei versi di arte maggiore in poesia è condizionata dal tipo di parola che si trova alla fine di essi. Se l'ultima parola è diesis, il verso viene sottratto di una sillaba; se è grave, rimane lo stesso; e se è esdrújula, una sillaba viene aggiunta all'estensione totale.

Esempi

Di seguito sono riportati esempi di versi delle principali arti della poesia in ciascuna delle sue estensioni più utilizzate:

- 9 sillabe (eneasyllables)

Con la fame al seguito (Juan Ortiz)

Camminava con la fame sulla schiena,

guidati da cani notturni,

con le stimmate della vita

e la colpa dell'uomo nelle vene.

Chi l'avrebbe mai detto, nessuno,

la verità è che tutti, tutti,

l'esistenza oscura ci ha feriti.

Spiegazione

Qui è presentata una strofa di sette versi individuali in sillabe (9 sillabe). Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: Se_an / da / ba / con / el / ham / bre_a / cues / tas. Il "_" implica una sinalefa.

La vita va e non perdona (Juan Ortiz)

La vita va e non perdona,

quando meno te l'aspetti

l'esistenza ci abbandona,

ci lascia mentire, senza risposta.

Capire questo costa,

si resta lì, all'aperto,

cancellati dal mondo e dal tempo.

Spiegazione

Qui viene presentata una strofa di sette versi eneasillabili (9 sillabe) di rima ABABB - -. C'è consonanza in tutto, tranne nel secondo che presenta assonanza. Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: un / o / que / da_here, _en / la_in / tem / pe / rie.

- 10 sillabe (decasillabi)

Il bambino sopra non torna (Juan Ortiz)

Il bambino sopra non torna,

la sua partenza era decisiva,

la sua assenza è molto evidente,

e sua madre non capirà mai.

Dimmi chi verrà a capirci?,

non era giusto che se ne andasse così,

senza salutare, anche un arrivederci,

che corrode e corrompe l'anima qui,

i più forti strappano la calma,

non importa quanto duramente abbia resistito.

Spiegazione

Qui è presentata una strofa di dieci righe di decasillabi (10 sillabe) di consonante in rima ABBAACCDDC. Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: al / más / fit / te_a / rre / ba / ta / la / cal / ma.

- Di 11 sillabe (endecasillabi)

Nato dalla notte e da uno strano mare (Juan Ortiz)

Nato dalla notte e da uno strano mare,

al riparo dalla nebbia salina,

Ho preso l'acqua cristallina sulla riva

e mi sono fatto una scala senza pioli.

Sono entrato nell'oscurità in quegli anni

quando nessuno credeva in ciò che era possibile,

e una luce finita, quasi indicibile,

coronato la vita con passi duri,

era inutile essere uno dei più puri,

era tutto assurdo, grigio e odioso.

Spiegazione

Qui è presentata una strofa di dieci versi endecasillabi (11 sillabe) di rima ABBAACCDDC consonante con assonanza nel primo verso. Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: co / ro / nó / la / vi / da / con / pa / sos / du / ros.

Speranza dei poveri, tu non arrivi (Juan Ortiz)

Speranza dei poveri, tu non arrivi,

te ne sei andato senza aver toccato la luce

per illuminare la casa di quel Pedro,

di quel José, di quella María Paula;

hai seguito, ai giornali,

alle bianche case delle prostitute

con bei nomi e senza memoriali.

Sei partito, spero, dopo la guida alata

del nero cupo mietitore e della sua barca in fuga

affamato di chi ti stava aspettando,

e verranno Pedro, José e María Paula

cenare con lei per non averti mai trovato,

donna con un nome che delude e uccide,

o illusione con un nome, o donna che travolge,

la città ti stava aspettando, ti stava aspettando,

sotto i segni rossi del vile oz,

e tu eri il martello che è caduto lì

per non essere andato e averci dimenticato.

Spiegazione

Qui è presentata una strofa di diciotto versi endecasillabi (11 sillabe) sciolti. Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: se / guis / te / de / lar / go, _a / los / pe / rió / di / cos.

- 12 sillabe (dodici sillabe)

Il fiore si riconoscerà agli appassiti (Juan Ortiz)

Il fiore si riconoscerà agli appassiti,

e noi crediamo che muoia, crolli,

che diventa niente tra il leggero nulla

dalle sue ceneri, volatile al vento.

Sorge tra i suoi resti, guarda tutto,

e capire cosa è successo alla terra dell'aria

da dove viene quello spazio divino

che canta alla polvere primordiale il suo valore

e fa la geografia negli spazi ocra.

Il fiore è andato a conoscere se stesso agli appassiti,

e non torna adesso o presto, resta,

inutile tornare al mondo corto.

Spiegazione

Qui è presentata una strofa di dodici versi di dodici sillabe (12 sillabe) sciolti. Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: La / flor / se / fue_a / sa / ber / de / si_a / lo / mar / chi / to.

- Di 13 sillabe (tridecasillabi)

Mancanza di luce negli occhi assenti (Juan Ortiz)

Mancanza di luce negli occhi assenti,

ti presenti quel tanto che basta per sentire la tua mancanza,

ti presenti per portarti a morte.

Spiegazione

Qui è presentata una strofa di tre versi tridecasillabi (13 sillabe) sciolti. Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: te / pre / sen / tas / lo / jus / to / pa / ra_a / si_ex / tra / ñar / te.

- 14 sillabe (alessandrini)

Il cardón spinge le sue spine nel deserto (Juan Ortiz)

Il cardón spinge le sue spine nel deserto

per ferire l'aria di carne bianca e verde,

per gridare che la radice fa male nel terreno,

l'aria, l'acqua, il sole inclemente che si avvicina,

perché non ha chiesto di venire con quel corpo mortale,

perché prima era una duna, un colosso di sabbia.

Spiegazione

Qui è presentata una strofa di sei versi alessandrini (14 sillabe) sciolti. Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: pa / ra / gri / tar / que / le / due / le / la / root / en / la / tie / rra.

- 15 sillabe (pentadecasillabi)

Siamo arrivati ​​da uno strano pianeta di colore grigio (Juan Ortiz)

Siamo arrivati ​​da uno strano pianeta di colore grigio,

ecco perché questo non sta andando bene per noi, non si adatta al nostro ego,

e dobbiamo ridurlo al massimo, a cenere bianca,

quindi saremo a casa e dovremo andare.

Spiegazione

Qui è presentata una strofa di quattro versi pentadecasillabi (15 sillabe) sciolti. Se separiamo ogni parte in sillabe applicando la risorsa sinalefa, possiamo verificare che siano conformi alla metrica. Esempio: y / de / be / mos / men / guar / lo_a / lo / su / mo, _a blan / cas / ce / ni / zas.

Riferimenti

  1. Esempio di versi di arte maggiore. (2012). (N / A): esempio di. Estratto da: examplede.com.
  2. Versetto. (2019). Spagna: Wikipedia. Estratto da: es.wikipedia.org.
  3. Significato del verso (2019). (N / A): significati. Estratto da: meanings.com.
  4. Versi di arte maggiore. (2019). Spagna: Wikipedia. Estratto da: es.wikipedia.org.
  5. Maza, M. (2018). Cos'è l'arte maggiore e minore nella poesia. (N / A): un professore. Estratto da: unprofesor.com.

Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.